Prestiti cambializzati

I prestiti cambializzati sono una tipologia di prestiti che rientra nella categoria dei prestiti personali non finalizzati, ossia di quei prestiti che non sono finalizzati all'acquisto di un bene e non sono legati in nessun modo con la destinazione della somma erogata(a differenza ad esempio dei prestiti auto).

La peculiarità dei prestiti cambializzati è costituita dalla restituzione del prestito a mezzo di cambiali con cadenza mensile generalmente con un tasso fisso. La cambiale è un titolo di credito esecutivo, che comporta il pignoramento mediante notifica di un atto di precetto. I prestiti cambializzati costituiscono un'ottima soluzione per tutte le persone che si trovano ad essere segnalate presso le centrali di rischi (CRIF, Experian ed altre) come cattivi pagatori, perchè per ottenere questo tipo di prestiti non è richiesto il controllo delle suddette banche dati.

La durata dei prestiti cambializzati varia solitamente da un minimo di 12 mesi ad un massimo di 120 mesi. Per ottenere il prestito si fornisce come garanzia il TFR nel caso di lavoratori dipendenti, sia pubblici che privati, mentre nel caso di lavoratore autonomo è richiesta una polizza vita stipulata da almeno due anni. Nel caso non si possiedano questi requisiti e quindi non si forniscano adeguate garanzie, si può far ricorso ad un terzo garante del prestito.

Alcuni dei vantaggi dei prestiti cambializzati sono costituiti da tassi rateali molto bassi, possibilità di farvi ricorso anche per i protestati e i cattivi pagatori, nessuna garanzia richiesta, tranne nel caso di importi molto elevati.